TDN: chi siamo > Progetti e collaborazioni TdN con scuole

COM’È BELLO PASSEGGIAR CON MARY!

Il T d N ha prodotto e lavorato con gli alunni della Scuola Elementare “J. Verne” di Casale Popolo allo spettacolo originale “Com’è bello passeggiar con Mary” (2001) ideato da Lara Miceli, che, insieme a Fabio Fazi, ne ha anche curato la regia.

Con questo lavoro per la prima volta una scuola elementare otteneva:

  • Ammissione alle semifinali del Concorso Nazionale di Teatro per Ragazzi “Maria Boccardi” di Castellana Grotte (BA), conquistando:
  • Premio della critica (spettacolo replicato 5 volte).

“Com’è bello passeggiar con Mary” è frutto di un progetto teatrale che il T d N ha proposto al III Circolo di Casale Monferrato. Lo spettacolo è composto da brani recitati, cantati e ballati, tratti dai vari cartoni animati di Walt Disney degli anni ’50 – ’60, legati insieme da un filo conduttore rappresentato dal personaggio Mary Poppins.
Tutti i bambini del plesso hanno partecipato all’allestimento dello spettacolo costruendo le scenografie, realizzando i costumi, cantando tutti nel coro, alcuni anche danzando e recitando.
Lo spettacolo è stato preparato durante l’intero anno scolastico 2000 – 2001.

Gli insegnanti si sono avvalsi dell’appoggio di alcuni degli attori della compagnia amatoriale Teatro della Nebbia che sono intervenuti a titolo gratuito a supportare recitazione e canto.
I risultati dell'esperienza sono stati sorprendenti: i bambini hanno davvero imparato a far teatro, a rispettare tempi d'attesa, a entrare e uscire con ritmi perfetti, a collaborare durante la preparazione, ad affrontare le difficoltà insieme, a gioire dei successi e a rimanere uniti nei momenti difficili. Lo spettacolo ha dato spazio a tutti i bambini in base alle loro attitudini: la recitazione, il canto, il ballo e la musica dal vivo. Enorme è stata la ricaduta su tutto il lavoro scolastico.

 

TUTTI I COLORI DEL MONDO

Il T d N ha prodotto e lavorato con gli alunni della Scuola Elementare “J. Verne” di Casale Popolo allo spettacolo originale “Tutti i colori del mondo” (2003) ideato da Lara Miceli, che, insieme a Fabio Fazi, ne ha anche curato la regia.

Il lavoro otteneva:

  • Ammissione alle semifinali del Concorso Nazionale di Teatro per Ragazzi “Maria Boccardi” di Castellana Grotte (BA);
  • Premio della critica;
  • Ammissione alla finalissima di Castellana Grotte (BA);
  • Premio al Miglior Attore Protagonista a Tommaso Morello (spettacolo replicato 8 volte).

La Scuola Primaria in cui il progetto è stato proposto è sita in una frazione che accoglie parecchie famiglie straniere. E' sorta, col passar del tempo, l'esigenza di progettare esperienze diverse da quelle prettamente scolastiche, che aiutassero i bambini a socializzare in modo nuovo e a sentirsi partecipi di un lavoro tagliato a loro misura in cui potessero sentirsi davvero bravi e unici.
Il Progetto è nato dalla volontà di proporre un'esperienza nuova e coinvolgente per tutti i bambini e, visto che il valore dell’esperienza teatrale nella scuola è un dato di fatto oramai riconosciuto sia dagli insegnanti che dai genitori, si è pensato che nell’ambito di un percorso teatrale il bambino non solo avrebbe migliorato il suo modo di stare con i compagni, ma sarebbe arrivato a conoscere meglio se stesso e le proprie possibilità.

L’idea dello spettacolo “Tutti i colori del mondo” parte dal laboratorio di animazione teatrale. Il testo nasce da un'idea dei bambini ed è poi stato scritto in parte in dialetto napoletano, con l'aiuto dei genitori, dato che uno dei personaggi principali è il famoso Pulcinella.

 

PROGETTO GENITORI

All’inizio dell’anno scolastico 2004/2005 un gruppo di genitori e maestre della “Scuola dell’Infanzia Venesio” di Casale Monferrato, decise di creare un coro multietnico che eseguisse brani in differenti lingue, cercando di lanciare col canto un profondo segnale di pace. Il coro fu inserito nello spettacolino di fine anno scolastico “FACCIAMO LA PACE” che era improntato proprio su pace e integrazione.
Fu un’esperienza toccante per i genitori e riscosse ampi consensi di pubblico, un pubblico che stimolò nei genitori stessi la voglia di continuare a lavorare insieme e di provare a cimentarsi in altre esperienze.
Così, con il supporto, l’aiuto, la spinta, l’incoraggiamento della Maestra Lara Miceli e del regista Fabio Fazi, attori del “Teatro della Nebbia”, entrambi con anni di esperienza alle spalle, nacque nel Novembre 2005 la compagnia teatrale “ GLI ARTISTI MISTI “, composta appunto da genitori, tutti senza alcuna esperienza teatrale, ma con la voglia di mettersi in gioco al fine unico e solo di recitare per far divertire ed interessare i bambini.

Di grande aiuto, in questo ambizioso progetto, è stata senz’altro la disponibilità della Dirigente Scolastica che ha permesso di utilizzare i locali della scuola affinché il gruppo potesse incontrarsi per le prove, ma soprattutto l’aiuto di tutte le maestre che hanno accolto e intrattenuto i figli dei genitori-attori, durante le prove.

Così, dopo mesi di duro lavoro giunse per “GLI ARTISTI MISTI” il momento tanto atteso, ma anche tanto temuto, di cimentarsi nella prima esperienza teatrale la sera del primo Giugno 2006 presso il salone Tartara di Casale Monferrato con la commedia brillante in un atto di Quattrocchi & Cattivelli:

CHI HA RAPITO IL LUPO CATTIVO?

Messaggio della commedia:

Il Re delle Favole, rivolto al pubblico, lancia un accorato messaggio: il regno delle favole e della fantasia è in forte pericolo, i sogni dei bambini potrebbero morire perché essi guardano troppa TV e nessuno più, papà mamma nonni, racconta loro le favole.
Ad un tratto dal pianeta “NOIOSIX“, dove le favole non esistono più, giungono sulla terra due extraterrestri, Mix e Max, con lo scopo di rapire uno dei personaggi delle favole terrestri, il Lupo Cattivo, e obbligarlo a raccontare le favole ai bimbi di NOIOSIX. Il Re delle Favole, però, scoperto l’arcano, paralizza i due extraterrestri prima che portino a termine la loro missione.
Ma come in ogni favola c’e’ un lieto fine: la TERRA e il pianeta NOIOSIX, insieme, ricominciano a raccontare le fiabe per la gioia dei bambini e così d’incanto il Regno delle Favole torna a splendere.

Il messaggio dunque è semplice e chiaro: basta con TV - Videogiochi - Computer ecc. riportiamo i bambini nel mondo della fantasia con i suoi personaggi fantastici, torniamo a dedicarci a loro raccontando favole e, perché no, ritornando così anche noi adulti un po’ bambini!

Il “Progetto Genitori”, con la realizzazione dello spettacolo “Chi ha rapito il lupo cattivo”, ha impegnato gli attori del Teatro della Nebbia settimanalmente da settembre a luglio e gratuitamente.

 

PINOCCHIO

Anche per l’anno scolastico 2007/2008 gli attori del Teatro della Nebbia si sono impegnati a proseguire con il Progetto Genitori, a titolo gratuito, e hanno proposto al gruppo un rifacimento del “Pinocchio” di Collodi.

I genitori degli “Artisti Misti” hanno accolto la proposta con entusiasmo, contenti di poter proseguire il loro cammino teatrale e poter poi proporre il frutto del loro lavoro e del loro impegno ai loro figli e a tutti i bambini del III Circolo.

Altro progetto ambizioso: i genitori sono divisi in due sezioni (coro e attori) e vengono seguiti separatamente e poi messi assieme durante le prove d’insieme. Le scenografie, i costumi, le musiche, sono curati dai genitori stessi e supervisionati dal Teatro della Nebbia.






Personalizza TdN
I nostri sponsor
Facebook

Copyright ©2009 www.ilteatrodellanebbia.com - Tutti i diritti riservati - All rights reserved

Loghi e marchi sono di proprietà dei rispettivi proprietari. E' vietata la riproduzione integrale o parziale di contenuti o documenti contenuti previa autorizzazione.
Web design, programmazione, hosting by
Onix Informatica - Torino

Pagina generata in [0.064182 secondi]